Originale - Il peso della verità Capitolo 1

1.
Realtà sconosciute 

Quello rappresentò il primo di tanti e identici giorni. William faceva visita alla giovane ogni dì per ben cinque volte: appena il sole sorgeva, prima di pranzo, a metà pomeriggio, a cena e poco prima di coricarsi. Era come una liturgia che rispettava costantemente, in cui ogni volta si avvicinava a lei portando una bacinella di acqua fresca e un panno nuovo con cui lavava le ferite, mesceva intrugli vari con le sue fiale colorate e la bendava nuovamente con garze pulite. Prima di andare via poi congiungeva le mani in segno di preghiera, recitava una strana nenia che lei non riusciva a capire e infine passava le mani su tutte le ferite, ematomi e abrasioni del corpo di lei, lentamente e con lo sguardo fisso e concentrato. Si comportava come se tutto fosse normale, come se quello strano comportamento non era che semplice prassi.
Inizialmente lei non ci fece molto caso, quel modo di fare poteva solo rappresentare una sua strana credenza e il fatto che ogni volta che finiva la sua preghiera, lei provava molto meno dolore, la stava suggestionando che funzionasse davvero. Una mattina, dopo una notte passata tra dolori e lamenti continui, stanca e sofferente, decise di fare qualcosa per interrompere quella sceneggiata. Era appena sorto il sole e come tutte le mattine, William entrò in camera, reggendo un vassoio su cui era poggiata una tazza con un liquido caldo e fumante, assieme alle solite cianfrusaglie. Si avvicinò al letto poggiando il vassoio sul tavolo e salutandola cordialmente. Si sporse poco in avanti, prendendo la giovane sotto le ascelle e sollevandola quel tanto che bastava per renderle più facile consumare la colazione. Le porse la tazza contenente solo del latte caldo e aspettò che lei lo finisse, prima di iniziare la cura.

L'attacco dei giganti: l'ensusiasmante mostra di Ueno

Decisamente suggestivo, un incontro ravvicinato con i giganti di Isayama è il sogno proibito di ogni fan di quest'opera. La mostra si è tenuta all'Ueno Royal Museum.



Informazioni personali

La mia foto

Nonostante scrivo come una matta tutto quello che mi passa per la mente, descrivere me è sempre difficile. Sogno ad occhi aperti di questo sono colpevole e il mio carattere è abbastanza strano da far dire a chi mi conosce da anni che ancora non lo ha capito, bhe figurarsi io! Quindi sono alla scoperta giornaliera di quello che posso fare o meno! Sono un otaku convinta e yaoista ai massimi livelli ed ho trascinato nel tunnel dei manga e anime molte persone. Chi mi conosce sa che sono un "pò" fuori di testa!!!! ^_^

Random Posts